Art.32

Costituzione Italiana

Lettera Aperta a Marta Cartabia

Preparatissimo Ministro della Giustizia,

In questa XVIII Legislatura sono state emanate alcune Leggi Speciali a mio avviso del tutto simili a quelle emanate tra il 1925 e il 1926 che instaurarono il regime fascista in Italia.

Perdoni l’approssimazione ma viene da un ex cittadino ridotto a suddito, così è – non è apparenza ma sostanza!

In questa XVIII Legislatura si sta svolgendo un chiaro piano eversivo internazionale – dove custodi e garanti della Carta non intervengono – il percorso irregolare parte con la legittimazione della Piattaforma Rousseau.

Veniamo all’oggi – paradossalmente proprio quando godiamo di un ministro che ben oltre lo studio, i principi giuridici, li respira da sempre – assistiamo al massacro dello Stato di Diritto.

Lei, accademica costituzionalista, terza donna nominata “Giudice della Corte costituzionale” ed oggi Ministro della Giustizia e di fatto consigliere tecnico del Premier Draghi – proprio con Lei – che eccelle in competenza nella materia!

Questo suo Governo ha emanato il TSO – ovvero la Vaccinazione obbligatoria per il personale sanitario!

TSO – Vaccinazione obbligatoria

Comprenderà lo stupore di dover constatare l’assoluta incoerenza tra la Sentenza 5/2018 contenente il GIUDIZIO DI LEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE IN VIA PRINCIPALE su questo tema – emanato proprio da un consiglio che la vedeva peraltro nel ruolo di Redattore.

Sentenza dove Lei stessa riassumeva tutte le massime in dottrina sul tema:

(Precedenti citati: sentenze n. 242 del 2016, n. 110 del 2016, n. 63 del 2016, n. 118 del 2015, n. 172 del 2006, n. 345 del 2005, n. 25 del 2000, n. 171 del 1996, n. 456 del 1993 e n. 314 del 1992; ordinanze n. 49 del 2005, n. 48 del 2005, n. 47 del 2005, n. 46 del 2005, n.45 del 2005250 del 2007, n. 389 del 2004, n. 50 del 2004e n. 76 del 2001; ordinanza dibattimentale allegata alla sentenza n . 228 del 2016)

Ricorderà senz’altro:

  • Udienza Pubblica del 21/11/2017
  • Decisione del 22/11/2017
  • Deposito del 18/01/2018
  • Pubblicazione in G. U. 24/01/2018 n. 4
  • Massima n. 39680


La decisione o sentenza certo non si può addebitare al solo giudice redattore ma è merito della intera Corte.

Il testo base è però stato scritto da un solo giudice ha la sua impronta stilistica e la linea argomentativa riflette fondamentalmente quella proposta solitamente dal redattore.

Da Trilussa a Renzo Piano ruoli politici in passato sono stati assegnati anche per meriti in altri campi, abbiamo avuto Senatori a Vita, Ministri, Presidenti di Camera e Senato o della Repubblica eletti non per la loro competenza che comunque veniva supportata da segreterie tecniche.

Come è possibile allora che con Lei Ministro della Giustizia e Mattarella come Presidente – 2 super competenti in materia di diritti costituzionali, si debba assistere all’avvento di un regime del tutto simile al Nefasto e passato Fascismo?

Chiedo venia se non possiedo competenze giuridiche ma so ben leggere e comprendere e ravviso
un incoerenza ideologica tra questa pronuncia n. 5/2018 da Lei redatta e il testo del dl 44/2021 convertito nella Legge 28 maggio 2021 n. 76

Vi sono nette violazioni alla dottrina tracciata dalla Corte COSTITUZIONALE.

Prima della sentenza n. 5/2018 da Lei redatta era peraltro già espressa una chiara guida che Lei conosce come nessuno.

La Corte aveva ribadito che l’eventuale Legge impositiva di un TSO richiede 4 cogenti requisiti che dovranno necessariamente garantire al somministrato ovvero questi trattamenti devono:

  1. Essere diretti a migliorare o a preservare lo stato di salute di chi vi è assoggettato;1
  2. Essere diretti preservare lo stato di salute degli altri;1
  3. Che non Vi sia la previsione d’incidere negativamente sullo stato di salute di colui che vi è assoggettato salvo che per quelle sole conseguenze temporanee e di scarsa entità;
  4. Che nell’ipotesi di danno ulteriore alla salute del soggetto sottoposto a TSO sia prevista la corresponsione di un’equa indennità in favore del danneggiato.2

*1 (vedi sentenza 1990, n. 307) *2 (sent. 307/19902).

Ebbene assolutamente non uno di questi cogenti requisiti si realizza con i presidi medicali che la Legge impone.

Ponzio Pilato sa bene di compiere una scelta infame ma se ne lava le mani così come questo Governo che emanata comunque una Legge in violazione di quei Principi che hanno ispirato la Sua vita e la Carta Costituzionale!

La portata storico/giuridica, di una somministrazione di massa di presidi anti-Covid-19 che ad oggi ha riguardato ben il 35% della popolazione Mondiale con oltre 5 miliardi di somministrazioni – forse sfugge alla comprensione di tutti.

Confido di non essere di fronte ad un falso ideologico addebitabile alla Sua Persona o a quella del Presidente della Repubblica che è forte come Lei di un passato accademico e di Giudice Costituzionale.

Spero in un fraintendimento intercorso con il Comitato Tecnico Scientifico.

Badi bene che il mondo accademico sanitario è composto da ben alte personalità, tutte contraddistinte da un indice H elevato, un élite di scienziati autorevoli che non è affatto diviso nel merito – nessuno crede in queste pseudo vaccinazioni.

I 4 requisiti cogenti per imporre un trattamento sanitario obbligatorio non sussistono – infatti:

1° requisito

Gli pseudo-vaccini somministrati Comirnaty, Vaxzevria, Spikevax e Janssen assolutamente non hanno reso immuni tutti i somministrati che continuano ovunque ad ammalarsi e a morire. (1° requisito mancato)

Si muore più in questa estate 2021 che nella passata del 2020 – quando i vaccini non erano disponibili;

2° requisito

La strada indicata come maestra della vaccinazione di massa ha dunque fallito il suo obiettivo e questo è chiaro ovunque e i dati del contagio sono immutati se non aggravati ad esempio proprio in Islanda, Israele, Inghilterra ed Italia. (2° requisito mancato)

Oggi le soluzione terapeutiche sostenibili in quanto capaci di risolvere la Sars-Cov2 risiedono:

  • Nelle cure domiciliari precoci con presidi medici ordinari testati sul campo
  • Nel Plasma iperimmune clinicamente testato dal Prof. Giuseppe Di Donno
  • Negli anticorpi monoclonali sintetici

Tre soluzioni terapeutiche inspiegabilmente accantonate applicando criteri severi fino all’assurdo che non hanno però investito l’analisi e i controlli dei 4 citati presidi ancora sperimentali.

Infatti, le guarigioni non sono aggirabili da interpretazioni statistiche ne da argomenti portati avanti con dolo da “informatori farmaceutici” in evidente conflitto d’interessi – che peraltro non possiedono la necessaria autorevolezza nel mondo accademico.

L’Umanità intera è oltraggiata da ogni singolo errore delle autorità preposte, contiamo oggi oltre 4milioni di morti eppure si ostacolano terapie valide per far strada a somministrazioni pericolose ed inefficaci.

Nessuno inspiegabilmente poi ha sponsorizzato una Prevenzione Primaria generica priva di controindicazioni e che poteva essere atta a rafforzare il sistema immunitario della popolazione.

(stili di vita adeguati e presidi da banco come vitamina C – D – Lattoferrina – Quercitina – Echinacea)

3° requisito


Il settimo Rapporto AIFA (27/12/2020 – 26/07/2021) sulla sorveglianza dei vaccini COVID-19 non rappresenta affatto un quadro di conseguenze temporanee e di scarsa entità. (3° requisito mancato)

Il report conta infatti 84mila322 sospette reazioni avverse delle quali il 12,8% classificate come GRAVI! (vedi riepilogo)

Giorgio Palù – Presidente AIFA – virologo competente, membro del CTS, voce moderatamente critica, potrà illuminarla nel merito.

Sottoscrive l’AIFA che ognuno ha diritto d’essere informato e di poter ponderare in proprio i rischi e benefici di un trattamento sanitario volontario e a maggior ragione quando questo diviene obbligatorio.

Nel caso non si può assolutamente parlare di conseguenze temporanee e di scarsa entità per l’individuo sottoposto al trattamento obbligatorio ma il panorama delle reazioni gravi è consistente.

La vaccinazione ha menomato, leso o ucciso 10mila 793 persone!

4° requisito

Gli indennizzi per i danneggiati in modo irreversibile da vaccinazioni, trasfusioni e somministrazione di emoderivati infetti (Legge 210/92) non stanno giungendo in questi giorni.

Indennizzi che dovevano essere contemplati nella Legge ed erogati in maniera dinamica ed utile. (4° requisito mancato)

Le vittime giacciono in estrema difficoltà senza alcun tempestivo automatico indennizzo!
Assistiamo al solito ostracismo dello Stato Italiano che tira il sasso con provvedimenti liberticidi per poi nascondere la mano e negare i dovuti risarcimenti.

Nel definire “solito” mi riferisco a pagine vergognose che stigmatizzano lo stato italiano come cattivo pagatore come quando si è trattato di riconoscere ai nostri militari i danni da mercurio impoverito in particolare nei conflitti in Bosnia (1995), Kosovo (1998) e Iraq (1991 e 2003).

I militari italiani esposti perché privi di adeguate protezioni, oggi sono 369 i deceduti e 7.500 i malati.

Lorenzo Motta, in servizio nella Marina Militare, nelle missioni è stato espoto ad uranio ed ha ricevuto la somministrazione di vaccini contaminati e onde ionizzanti e non ionizzanti.

È ancora in corso la battaglia legale per ottenere giustizia. Lorenzo, infatti, è stato colpito da linfoma di Hodgkin. 

Il Ministero della Difesa – Marina Militare, è stato condannato e rifiuta di eseguire la sentenza, è ancora in corso una dura battaglia legale. (fonte osservatorioamianto.com)

Conclusione

Come vede la Legge 28 maggio 2021 n. 76 è sotto tutti i punti di vista una Legge speciale certo ispirata e promossa dal nuovo Fascismo o Globalismo internazionale.

Un dispositivo da cassare dove non si deroga legittimamente ma si violenta l’art. 32 Costituzione.

Questa Legge 28 maggio 2021 n. 76 unitamente ad altre disposizioni liberticide ha nei fatti cancellato lo Stato di diritto e sta instaurando in Italia, in Europa e nel Mondo un regime!

Un regime che sarà abbattuto come il Nazismo nel 1945.

Probabilmente dopo un periodo di lotte e manifestazioni non violente a cui non darete attenzione ed ascolto la popolazione con le stesse modalità che sono state fondanti della Repubblica Italiana nel 1947 troverà il modo d’insorgere e processare tutti i responsabili del golpe bianco.

Questo accadrà perché i custodi dei valori Costituzionale attraverso l’abuso del Diritto – continuano ad emanare Leggi e DPCM non rispettosi dello spirito e delle norme della Carta Costituzionale.

L’Establishment politico finanziario internazionale soccomberà comunque con o senza il contributo di singoli individui perché la Mistificazione è oramai palese e la rabbia incontenibile.

La Ringrazio anticipatamente per quanto in Scienza & Coscienza potrà fare a tutela della Libertà e della Salute degli italiani!

Dio la Guidi in questa lunga notte e nel suo difficile Lavoro!