Aut-Aut

di Silvio Pellico

àut àut è una locuzione latina, aut, corrisponde in italiano a: “o”

una “o” disgiuntiva – che pone un alternativa distinta, escludente un

“o questo o quello”.

Dare l’aut-aut pone l’interlocutore di fronte ad un bivio ineludibile – dopo l’interrogato dovrà esprimere la Sua Scelta!

Vicino ad un ultimatum, l’aut-aut ha un significato netto e non ammette nessuna terza soluzione oltre a pretendere una risposta immediata!

Temporeggiare, valutare, prendere tempo significa percorrere una terza via che fin dalla premessa non sarà gradita, significa tradire le aspettative!

Ora nell’Italia Sinistrata, PMI, PIVA e quanti sono dotati di pensiero critico e vogliono contrapporsi al Governo Sinistro non vogliono più attendere l’iniziativa dell’opposizione!


Agite subito!

Altrimenti vi aggireremo superandovi come foste parte del Problema!

Il 15 Gennaio 2021 mobilitazione

Questa è l’ultima chiamata per la Destra italiana!

Dopo 75 anni nei quali è stata ridotta al silenzio mentre in ogni Paese Democratico riusciva a dare il suo contributo ad evitare derive autoritarie, illiberali, liberticide o crisi economiche!

La Destra deve dismettere ora la vecchia e stantia strategia per quanto sia oggi vincente!

Ritrovare le ragioni e le radici Risorgimentali e prendere l’iniziativa!

Creatività ed un nuovo impulso devono animare il Paese con l’attuale Propaganda limitata e becera non si va comunque lontano!

La Politica torni ad essere Filosofia & Funzione!
Chiediamo a Meloni, Salvini, Berlusconi, Paragone in questo “Dopoguerra Pandemico” una fase Costituente Unitaria della Destra Italiana!

Il 2023 è vicino e questo gongolarsi sfregandosi le mani nell’attesa non è rassicurante!

L’Italia vuole economicamente e culturalmente risorgere e serve ben altro sforzo progettuale!

Mirare ad un voto plebiscitario per non rischiare di perdere ancora per l’ennesimo gioco di palazzo!

Tecnocrati, mondo finanziario, globalisti preparano altre “sardinate” mentre la Destra si limita ad intonate i medesimi inni vuoti di programmi!

COSA VOGLIAMO?

Intanto v’informo che nottetempo è cresciuta “l’Erba Voglio” nei giardini del Re o meglio del Popolo italiano titolare della sovranità italiana!

Il consenso che raccoglierete se lo raccoglierete, nel 2023 dovrà essere meritato – da passi ben precisi e puntuali da fare ora!

Sotto accusa non è più solo un Governo Sinistro ma anche un Opposizione MalDestra che cresce d’inerzia e solo per i molti demeriti altrui!

Nel giudicare Destra & Sinistra, nell’analisi degli errori per entrambi non si può che esprimere insoddisfazione!

Un eufemismo, invero per non dire che ci avete rotto i coglioni e siamo vicini all’insurrezione!

Piccoli uomini che strillate come giganti ascoltate quello che Vi chiediamo di fare ora, non domani ne nel 2023:

1- Governo Ombra con i nomi dei Ministri – che questi si mettano immediatamente al Lavoro in modo che i provvedimenti siano contestuali all’insediamento!

La scelta del Premier deve essere orientata al maggior gradimento possibile tra gli italiani!

Una scelta che garantisca il maggior numero di voti e non risponda a logiche di lottizzazione del potere pro-quota!

Sappiamo che in passato promettere a tutti una poltrona forniva un maggiore impegno in fase di campagna elettorale!

Ebbene è ora di cambiare questo teatrino, le congiure di lobby, di palazzo sono ostative per la ripresa!

Il cittadino deve sapere che ogni ministero sarà affidato a persona politicamente competente!

Sapere chi occuperà ogni singola funzione proprio perché ora regna l’improvvisazione e l’Italia affonda!

A Destra non mancano disonesti e pasticcioni, epurarli prima è un esigenza per tutti altrimenti l’Italia si schianta prima di decollare!

2- Tre Referendum: I-Elezione diretta del Presidente della Repubblica;
II-Abrogazione delle leggi che favoriscono la sostituzione etnica e l’emigrazione clandestina; III-Dislocare i 5miliardi dell’accoglienza sui costi per il respingimento.

3- Riforma della Giustizia; Civile; Penale; Amministrativa focalizzata alla brevità dei responsi – un servizio tempestivo – meno filosofia più funzione!

Predisporre ora a tal fine la futura Commissione Parlamentare composta da Professori di Diritto e rappresentanti delle Camere Penali e Civili!

Affinché si abroghino, riducano, semplifichino e rendano organiche le migliaia di norme vigenti.

L’Assunzione immediata dei mille magistrati mancanti in organico renderà veloci i processi e spezzerà l’attuale oligarchia dei Magistrati!

Riformare il CSM con un sistema misto: un collegio frutto sia dell’elezione diretta tra i Magistrati, sia di un estrazione casuale tra gli stessi!

Eliminare ogni nomina politica nel Consiglio Superiore, precludere il ritorno in Magistratura di quanti vengono eletti deputati, senatori o richiamati a funzioni ministeriali o ricoprano alte cariche istituzionali!

Istituire una Patente a Punti anche per i Magistrati!

Che siano valutati da professori ordinari di Diritto – (e non da altri Magistrati) – l’attuale sistema non prevede alcun reale argine ad errori ed abusi!

4 – Protezionismo commerciale: Vende in Italia e concorre sul Mercato interno solo chi gode delle medesime condizioni dei produttori, commercianti, artigiani, lavoratori italiani!

Tasse, Contributi, Energia, Costo del Lavoro, Carburanti, Assicurazioni, Finanziamenti, Burocrazia, Servizi, Logistica, Web – questi parametri devono essere quantomeno simili e paragonabili!

Gli italiani non gareggino più con Nazioni che hanno eserciti di schiavi ne sopportino il peso di normative italiane ed europee svantaggiose!

Tutela del Made in Italy con spese legali e pubblicitarie a carico dello Stato italiano!

5- Tassa unica bassa & fissa sul solo fatturato ed ogni singola entrata.

6- Tassa unica sulla proprietà, sugli immobili e sui laboratori, deve essere legata è proporzionata ai servizi locali realmente fruibili e ben erogati!

7- Nessuna Tassa sui mezzi di produzione.

8- Smascherare il terzo settore, ovvero quelle imprese che travestite da Onlus, No-Profit, Cooperative, Ong, Associazioni, Patronati, Enti religiosi sovente perseguono l’utile!

In genere hanno un capobastone o un referente politico ben evincibile con una semplice verifica!

Queste strutture libere da tasse e contributi, da controlli e prassi burocratiche esercitano in regime di concorrenza sleale!

Rappresentano oggi un “Nero” legalizzato e un maggior aggravio fiscale per le PMI e PIVA italiane!

I volontari che vi lavorano senza versamenti previdenziali, copertura INAIL ufficialmente non percepiscono reddito quindi possono adire alle paghette di Stato come il Reddito di Cittadinanza!

Privatizzare ogni azienda Municipalizzata entro la legislatura con particolare riferimento ad Aziende anche Nazionali la cui privatizzazione viene millantata da 40 anni e mai realizzata!

Sono poltronifici per le sanguisughe della politica aziende che oltre a falsare il Mercato quando entrano in crisi costringono lo Stato a ripianare ogni debito!

Il principio deve essere inverso alla Sinistra meno Stato e più libero Mercato.

9- Moneta alternativa vogliamo che sia coniata subito una seconda moneta italiana alternativa!

Al fine di finanziare debito pubblico e ripresa economica riteniamo che le Nazioni che in qualsiasi momento possano agire liberamente sulla leva monetaria abbiano una maggiore garanzia di libertà & progresso nel breve, medio e lungo termine.

10- Spesa Pubblica siano subito applicati i costi standard italiani, europei e globali per ogni fornitura della Pubblica Amministrazione.

Sia creato un reparto della Guardia di Finanza che valuti anche le forniture del passato al fine di interdire quanti hanno depredato la PA.

Siano sottoposti a verifica tutti i contratti correnti tra PA & Multinazionali, confrontati con quelli sottoscritti tra privati – in questo comprendendo ogni patto o accordo particolare relativo anche a tasse e contributi!

Potete commentare o sottoscrivere l’Aut-Aut con queste 10 richieste indirizzate alla Destra italiana e specificatamente a 4 formazioni politiche:

  • Lega
  • Fratelli D’Italia
  • Forza Italia
  • Italia Exit

invia una mail a:

aut-aut

30 Gennaio 2021
e la Democrazia del Diavolo di Silvio Pellico La Vera Scienza non emana dogmi ne…
30 Gennaio 2021
13 Gennaio 2021
Il 15 Gennaio 2021 Una grande mobilitazione sarà intrapresa da PMI e PIVA, ristoratori e…
13 Gennaio 2021
11 Dicembre 2020
L’indirizzo del nostro sito web è: https://www.ilconciliatore.it Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in…
11 Dicembre 2020
11 Dicembre 2020
Contatti: Privacy La materia dei diritti e doveri inerenti la navigazione Web è complessa quanto…
11 Dicembre 2020
11 Dicembre 2020
Il Conciliatore Sottotitolo Foglio scientifico-letterario. Luogo Milano. Pubblicato il 3 settembre 1818 (n. 1) –…
11 Dicembre 2020
11 Dicembre 2020
di Silvio Pellico Scuotere l’Italia dal peggiore dei pericoli, l’abitudine cioè di non pensare! Noi…
11 Dicembre 2020

Lascia un commento