In premessa o nella home del sito abbiamo comunicato che intendiamo perseguire (1) il ritardo e (2) l’errore con cui i Centri per la prevenzione ed il controllo delle malattie hanno categorizzato l’agente patogeno Covid-19 o Sars-CoV-2.

Questo è la fonte da dove si genera la strage italiana ovvero aver valutato in ritardo e con errore la minaccia che devi affrontare!

I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie hanno categorizzato numerosi agenti patogeni per ogni livello di biorischio.

Biorischio di livello 1 – batteri, virus e colture cellulari non infettivi. Le precauzioni da utilizzare per questo livello sono minime, riguardano più che altro guanti e protezioni facciali.

Biorischio di livello 2 – batteri e virus che provocano solo deboli malattie negli esseri umani, o sono difficili da contrarre tramite l’aerosol in un laboratorio quindi si possono effettuare i lavori diagnostici e le ricerche in strutture o laboratori dotati di protezioni di livello 2 o anche di livello 3.

Biorischio di livello 3 – batteri e virus che provocano malattie gravi o mortali, ma per i quali esistono vaccini o altri trattamenti;

Biorischio di livello 4 – batteri e virus che provocano malattie gravi o mortali, per i quali non esistono vaccini o trattamenti efficaci.

Questo ultimo livello di biorischio viene trattato nei laboratori P4:

Bisogna indossare tute protettive pressurizzate e dotate obbligatoriamente di bombole d’ossigeno.

Nei P4 l’entrata e l’uscita contengono docce multiple, una camera vuota, una camera a raggi UV, Sistema di Rilevamento Autonomo e altre misure protettive destinate all’eliminazione totale di ogni traccia di biorischio.

Vengono impiegate camere d’equilibrio protette elettronicamente per impedire l’apertura delle porte nello stesso momento.

L’aria e l’acqua nei P4 vengono sottoposte a procedure di decontaminazione per ostacolare ogni possibile rilascio accidentale.

Fonte Wikipedia

Di fronte a questo schema un esperto doveva capire che il rischio della Sars-CoV-2 o Covid-19 si muoveva tra i livelli 3 e 4 – quindi doveva mettere in atto tutte le premure per affrontare il livello massimo della minaccia!

In un qualsiasi ospedale italiano approntare le misure di sicurezza dei laboratori P4 è possibile per 1-2 persone non per migliaia!

Da qui la necessità di un immediato coprifuoco sanitario serrato che solo le Forze dell’ordine e l’esercito possono imporre!

Andava fatto perchè esistono protocolli Nato, OMS, UE da anni frutto di decennali conferenze a cui bisognava dare un senso compiuto!

Conte ed il Governo ci arrivano gradualmente in tre mesi ma questi protocolli se non vengono applicati in 48 ore non servono ad evitare il conseguente maggior numero di vittime che contiamo in questi giorni.

Ora c’è un rimpallo di responsabilità ma nel dramma noi italiani abbiamo avuto una sola fortuna che per motivi di commercio con l’estero la regione che è entrata in contatto con il maggiorn numero di stranieri è stata la Lombardia!

Non è stata però una buona sorte per Bresciani e Bergamaschi per loro è stato un massacro!

Persone care decedute in quasi ogni famiglia o gruppo di amici!

Certo nessuna altra regione ne sarebbe uscita meglio!

Fontana è stato deriso additato da razzista quando in realtà ha chiesto al Governo centrale provvedimenti, attrezzature, personale senza riceverli per tempo!

Solo grazie ai morti della Lombardia il Governo si è svegliato ed ha esteso tardivamente un coprifuoco in tutta l’Italia che sta in parte funzionando!

Link della Controinformazione