Link della Controinformazione

Eccoli quelli sempre in prima fila col sasso ben stretto nella mano quando a rispondere per le morti bianche, inadempienze, negligenza, mancata prevenzione sui posti di lavoro sono gli imprenditori!

Eccoli i politici anche di Sinistra e del Movimento 5 Stelle pronti a varare una impunita penale per le strutture sanitarie con la scusa di salvaguardare i Medici oggi martiri del sistema!

Che l’emergenza costringa ad operare fuori norma è innegabile che necessiti ora un frettoloso scudo penale civile ed amministrativo è meno evidente!

Nessuna Legge può punire quanti non abbiano fatto un miracolo quando l’adempimento diventa impossibile la pena, la sanzione perfino il danno arrecato non è imputabile al singolo operatore!

Il sistema sanitario deve rispondere comunque anche di non aver avuto la lungimiranza di poter far fronte ad eventi prevedibili quindi perchè dotardi di scudo e inibire l’azione giuridica verso il sistema?

Leggi gli emendamenti sul tema di tutti i parlamentari!

Uno scudo legale per tutelare gli operatori sanitari e le strutture, limitandone la responsabilità durante il periodo di emergenza Covid-19.

un correttivo al decreto legge varato dal Governo il 17 marzo che punta a “blindare” le strutture e il personale che esercita le strutture sanitarie, pubbliche e private, rendendoli immuni dalla responsabilità penale, civile, amministrativa ed erariale – salvi solo i casi di dolo conclamato – per tutta la durata dello stato di emergenza Covid-19 e dunque dal 31 gennaio scorso e fino al prossimo 31 luglio.

Praticamente un grosso dito dove potersi nascondere tutti con la malcelata scusa di esonerare i soli medici!

Per la Guerra che stanno combattendo come soldati certo che i medici non sono responsabili ma qualche generale o leader politico dovrebbe pagare i suoi sbagli!

Sfido qualsiasi giudice a incolpare chi colpe non ha anche senza scudo – questa è una dietro al quale il governo si nasconde facendosi paladino dei medici!

Privilegia ne irroganto (Cicero pro domo sua) Cicerone affermò questa celebre frase “Licuit tibi ferre non legem, sed nefarium privilegium.” – “Tu non promulgasti una legge, ma un infame privilegio”- riferito al tribuno Clodio amico di Cesare ed alla legge Lex Clodia.

Legge che paradossalmente quei medici danneggia perchè proprio loro sono la categoria che con l’impunità generale non potranno promuovere causa di lavoro o in sede civile, penale e azione amministrativa verso le strutture dove lavorano o lavoravano!

Il Governo deve aver sentito come me qualche medico che in trincea prometteva di dar battaglia appena finita l’emergenza!

Ed ecco l’idea di un vergognoso colpo di spugna!

Uno schifo simile non si deve compiere ne va dello Stato di Diritto ed è del tutto strumentale perchè chi muore in ospedale nel caso fa causa alla struttura e non certo al personale sanitario!

Voglio parametrare quanto è accaduto con la gestione del Covid-19 con altri fatti di cronaca moderna che hanno visto tra i giustizialisti proprio quanti oggi difendono l’operato del governo!

Sono tutte stragi dove è mancata la prevenzione, la manutenzione, dove non si è preservata la salute, l’incolumità fisica, la vita delle vittime!

Fino alla fine del 2019 quanti erano al governo invece di preoccuparsi di disinnescare la pericolosa polveriera del sistema carcerario italiano si sperticavano a eliminare la prescrizione proprio in nome dell’impunità dei reati.

A tal fine citavano proprio le stragi per poter eliminare quello che invero per tutti era un diritto civile che rispondeva alla ragionavole durata dei processi!

Giustizialisti che prima stampavano patenti di assassino ora oltre il garantismo vogliono l’impunità istantanea riservata solo ai colletti bianchi che hanno provocato l’attuale disastro!

Oltre l’indulto e l’amnistia qui si annulla il Reato e il Diritto con vittime che non possono cercare giustizia!

Per loro non c’è accertamento, processo, pena ne danni!

Ripeto è un attentato allo stato di diritto perchè nessun giudice mai potrà prendere di petto l’operatore sanitario!

La responsabilità è sempre di chi possedendo la qualità giuridica di datore di lavoro e potendo spendere per la sicurezza sul lavoro non ha adempiuto al suo dovere!

Conte ed il Governo in carica e quant’altri hanno potere decisionale e di spesa sono i “Datori di Lavoro” e tenuti al rispetto del TESTO UNICO D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106!

Un emendamento perfino della Lega dava adito a fraintendimenti ed è stato subito ritirato:

“Tutelare la vita e il lavoro di tutti coloro che sono in prima linea, medici, infermieri, operatori sanitari, dirigenti e’ e resta il nostro obiettivo. Per questo ritiriamo un emendamento su tutele e responsabilità che si presta a fraintendimenti”.

Un emendamento della Lega al DDL n. 1766, primo firmatario Matteo Salvini, che recitava così:

a) Dopo il comma 1, dell’articolo 1, del decreto-legge 17 marzo 2020, n.18 è inserito il seguente:

«1-bis. Le regioni e le province autonome possono incrementare le risorse per le finalità di cui al comma 1 fino al doppio dell’ammontare indicato nella tabella A»;

b) Dopo l’articolo 1 è inserito il seguente:

«Art. 1-bis.

(Responsabilità datori di lavoro operatori sanitari e sociosanitari)

1. Le condotte dei datori di lavoro di operatori sanitari e sociosanitari operanti nell’ambito o a causa dell’emergenza COVID-19, nonché le condotte dei soggetti preposti alla gestione della crisi sanitaria derivante dal contagio non determinano, in caso di danni agli stessi operatori o a terzi, responsabilità personale di ordine penale, civile, contabile e da rivalsa, se giustificate dalla necessità di garantire, sia pure con mezzi e modalità non sempre conformi agli standard di sicurezza, la continuità dell’assistenza sanitaria indifferibile sia in regime ospedaliero che territoriale e domiciliare.

2. Dei danni accertati in relazione alle condotte di cui al comma 1, compresi quelli derivanti dall’insufficienza o inadeguatezza dei dispositivi di protezione individuale, risponde civilmente il solo ente di appartenenza del soggetto operante ferme restando, in caso di dolo, le responsabilità individuali.».

Chiara l’intenzione di Salvini se io Regione non ho gli strumenti per salvare la vita alla gente non posso che procedere mettendo a rischio la vita degli operatori …

andate a cercare chi poteva far fronte e non lo ha fatto …

Quelli che potevano disporre la spesa necessaria per nuovo personale, DPI, respiratori – quelli che con estremo ritardo hanno solo parzialmente provveduto!

Quelli che hanno presentato emendamenti identici e che non hanno avuto la dignità di ritirare!

Leggi gli emendamenti sul tema di tutti i parlamentari!

Quelli che prima affermavano che andava tutto bene!

Siamo prontissimi

Quindi la legge se la stanno cucendo addosso una maglia di metallo un armatura che degrada questo governo ai livelli di un desputa che cerca un salvacondotto!

Provano pure in queste ore a responsabilizzare le Regioni colpevolizzando Fontana e la lombardia dopo averlo deriso chiamato razista, avergli impedito di bloccare la Lombardia e negato il blocco dell’intero Paese!

Saranno i giudici a individuare le responsabilita di ciascuno!

Covid-19 ClassAction