Focalizzare e pubblicizzare le responsabilità oggettive nella valutazione della minaccia biologica del Covid-19 e nella sua successiva gestione.

Individuare le responsabilità individuali e collegiali di organismi nazionali ed internazionali!

Valutare il mancato rispetto delle disposizioni sanitarie vigenti in materia di sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni.

Nato – UE – OMS – Governo e Regioni

Tutti tenuti ad adottare misure adeguate ed idonee a fronteggiare annullare, ridimensionare ogni minaccia alla salute pubblica.

Dove adeguato sta a significare proporzionato alla minaccia classificabile come Biorischio di livello 4 ovvero:

“batteri e virus che provocano malattie gravi o mortali per i quali non esistono vaccini o trattamenti efficaci!”

Dove idonee sta a significare capaci di evitare la diffusione del contagio e il patimento delle relative conseguenze che sono in ordine di gravità:

  1. Decesso per causa
  2. Decesso per concausa
  3. Invalidità permanente
  4. Ricovero in rianimazione
  5. Ricovero ospedaliero
  6. Malattia
  7. Danni economici

Morti Bianche

ClassAction necessaria in Primis per le categorie dei Medici, Paramedici, ausiliari, Carabinieri, Protezione civile nella loro duplice qualità di lavoratori e in subordine cittadini danneggiati.

Gli stessi sono stati precettati in un lavoro forzato quanto necessario reso cogende sia dagli ordini di servizio che dalla coscienza e deontologia di ciascuno!

Qualcuno ricordi: lo Stato è un Giano Bifronte ora palesa pentimento e infinita gratitudine un domani magari tergiverserà e non vorrà riconoscere i danni subiti fino alla Cassazione!

Ora si spertica in mille lodi e promette che quanti si sono adoperati fino all’estremo sacrificio non saranno vilipesi.

Passata la contingenza i medici-soldati saranno forse dimenticati come sovente accade ai reduci di tante guerre.

Malattie professionali, stress, danno biologico …

I Cittadini colpiti

In seconda analisi vi sono le altre vittime civili colpiti nei loro affetti – nella loro salute ed integrità fisica!

Un terzo aspetto riguarda gli ingenti danni economici causati dalla diffusione evitabile della Pandemia!

Guardare al Futuro

Questa non è un azione risarcitoria o vendicativa ma piuttosto tesa al divenire finalizzata a costruire una sicurezza reale e non formale.

Chi scrive non ritiene più possibile dopo quanto accaduto che la nostra sicurezza militare e sanitaria possa essere affidata agli organismi sopra indicati.

Occorrerà sottoporli a vigilanza affinché chi ha mancato al suo dovere di prevenzioni paghi e venga rimosso da ogni incarico per manifesta incompetenza.

Quanto accaduto deve essere vagliato dalla Magistratura competente in sede civile e penale.

Del resto la coppia di pazienti cinesi ricoverati il 30/01/20 allo Spallanzani di Roma erano in pericolo di vita e sotto una terapia intensiva che risultava del tutto inefficace.

Il giorno successivo l’OMS ha fatto suo dopo 31 giorni l’allarme Cinese di Pandemia – in quel momento l’Italia doveva reagire secondo precisi protocolli!

Gli esperti quindi dovevano classificare in classe 4 il biorischio e comunicare misure adeguate ed idonee a limitare il contagio.

La minaccia è stata gestita invero solo a livello politico quando invero investe competenze militari deputate alla Difesa dello Stato!

In un prossimo futuro se dovessimo affrontare minacce biologiche più severe con un Governo così negligente e supponente la cittadinanza non avrebbe scampo!

Se il Covid-19 ha una letalità al 1/2% cosa accadrebbe con l’Ebola al 75%?

I tempi di decisione, reazione, attuazione, tipici della politica non possono che risultare inefficaci e fatali.

Nel caso concreto l’emergenza Covid-19 è stata gestita in buona fede o con dolo come un ordinario tema sanitario.

Mentre un protocollo militare avrebbe garantito dei risultati certi comunque si fosse rilevata la minaccia perchè i citati protocolli mirano a salvaguardare il maggior numero di persone.

Lasciando fuori politica ed economia!

Superata la crisi un eccesso di misure di sicurezza poteva essere comunque revocato!

Per contro una negligente graduale attuazione dei protocolli non poteva che favorire la diffusione del contagio e stressare il sistema sanitario!

Cosa deve essere chiaro

La Covid-19 Class Action mira a colpire Classe Dirigente responsabile non i medici soldato – punta ad assicurare che in futuro non possa più ripetersi una gestione così negligente di una minaccia biologica.

La Storia delle Pandemie assegna alla sfera del probabile ed ineluttabile il verificarsi di nuove epidemie globali.

Queste richiederanno misure alle quali la popolazione deve essere chiamata a rispondere in maniera categorica ed istantanea. (24-48 ore)

Pandemie che non concedono spazio alla normale e legittima dialettica democratica!

Queste istanze democratiche devono essere garantite nello stesso Piano Pandemico:

  • Comitato di salute pubblica allargato a tutte le forze politiche
  • Accesso diretto alle reti nazionali di tutti i membri del comitato
  • Resoconto giornaliero della Presidenza del Consiglio
  • Commissario tecnico Nazionale

Questo deve essere un obbligo inserito nella costituzione e non un opzione valutabile.

Qui addirittura si è chiuso il Parlamento ed il Governo ha agito come un monarca senza ascoltare le opposizioni!

Alla Stampa deve essere garantito il massimo diritto di espressione e un esteso accesso alle TV e al web!

Perché la Class Action

Nella democrazia di Atene i rappresentanti del Popolo erano estratti a sorte!

Nel migliore cinema neorealista del dopoguerra italiano alcuni attori venivano scelti dalla strada!

Qualche Santone della politica italiana ha oggi la pretesa di elevare il comune cittadino a ruoli esecutivi.

Questa pretesa seppur legittima dal punto di vista ideale e costituzionale è nei fatti un impraticabile disastro!

La Costituzione consente spazi ad un Pensiero libero e creativo quanto non esclude è sempre praticabile.

Resta che un Presidente del Consiglio, un Ministro, il Sindaco di una metropoli in quanto organi esecutivi devono essere qualificati e pronti!

Devono possedere una precedente esperienza in un ruolo simile o addirittura vicario nella funzione che sono chiamati a ricoprire.

Devono anche saper declinare le loro prerogative quando si è di fronte ad un emergenza che richieda l’intervento di un autorità tecnicamente formata ad affrontarla.

L’intervento delle Forze Armate invece viene visto come un pericolo per la democrazia – vi è perfino un odio verso le divise che meritano il massimo rispetto di tutti!

La Procura, il Parlamento o qualsivoglia organismo s’impegnerà certo ad approfondire quanto accaduto ma ai cittadini questo oramai non deve più bastare!

I buoni propositi, gli atti e le conferenze NATO, UE, OMS e perfino la Stampa sono stati complici ed inutili.

La cittadinanza deve quindi associarsi ai fini di verificare l’esatto adempimento dei rispettivi compiti d’istituto.

Questo deve essere fatto nei modi e nello spirito previsto dal sociologo, giurista, magistrato, padre del pensiero liberale e democratico Tocqueville.

L’associazione dovrà essere un comitato “permanente” avendo gli organi deputati fallito miseramente!

Alla Procura il compito di individuare chi ha mancato al dovere di prevenzione e salvaguardia della salute e dell’integrità fisica dei lavoratori e dei cittadini.

Sarà la Magistratura a configurare anche l’eventuale crimine contro l’Umanità a contestare i reati commessi a valutare i danni subiti dalle rispettive Parti civili.

In questa pagina trovate un elenco di fonti utili