Vi rimando al web per una ricerca più approfondita qui di seguido fornisco solo gli elementi di base per comprendere che gli organismi preposti non dovevano fornire una risposta così inadeguata verso una minaccia biologica!

I preposti alla Difesa della Nazione, dei Paesi dell’Unione Europea e degli aderenti alla Nato hanno miseramente fallito e lo si evince proprio dai loro atti pubblici!

La peste si stima che abbia ucciso 200 milioni di persone – mentre la peste nera del XIV secolo colpì l’Europa intera sterminando il 60% della popolazione. 
Oggi la peste sussiste ancora in alcune zone dell’Africa, dell’Asia e dell’America centro-meridionale. 

Solo questo dovrebbe portarci ad esigere la quarantena obbligatoria di tutta l’immigrazione clandestina e ad essere sempre pronti e forniti di tutto!

Una visita medica sommaria nel momento dello sbarco non è idonea a preservare da un epidemia di peste o di morbillo.

Il vaiolo è letale nel 30% dei casi e in chi sopravvivere lascia tracce permanenti – è la malattia che ha sterminato quasi totalmente le popolazioni native americane portata dai colonizzatori europei.

Il vaccino del 1796 di Jenner sradicò la malattia e l’ultimo caso è stato registrato nel 1977 ma le autorità sanitarie mantengono alta la vigilanza sul Vaiolo ne temono la ripresa o un uso strumentale in un ipotetico attacco bioterroristico.
La preoccupazione per il ritorno del Vaiolo è espresso in chiaro sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità, nella pagina dedicata.

Dopo l’11 settembre 2001 il governo statunitense si è allertato contro il rischio di un attacco bioterroristico ha quindi cominciato a produrre nuove dosi di vaccino per essere in grado di immunizzare la popolazione americana nel caso di una nuova epidemia di vaiolo e all’inizio di dicembre 2002 il presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha offerto la possibilità ai cittadini americani che lo desiderano di vaccinarsi contro il virus del vaiolo. A fine marzo 2003 sono stati vaccinati oltre 350 mila americani, “ (fonte OMS)

La rabbia è una malattia antica si trasmette all’uomo dagli animali infetti attraverso la saliva, soprattutto con i morsi.

Provoca un’encefalite (infiammazione del cervello) che spesso risulta mortale e oggi uccide tra i 25 a 50mila persone all’anno. 
Il vaccino antirabbico in occidente ne contiene la diffusione e ne previene l’esito letale.

Il morbillo da oltre 50 anni rimane una delle principali cause di morte dei bambini piccoli: ne muoiono più di 130 mila all’anno, soprattutto nelle zone del Terzo mondo – vi è un forte rischio di contagio di ritorno ed è indispensabile vaccinare la popolazione!

L’Aids causa l’immunodeficienza ed è un “retrovirus” colpisce in un modo diverso dai virus si va a insediare nel Dna.

Chi ne è affetto aumenta il rischio di tumori e infezioni da altri virus o batteri.
La malattia miete ancora vittime: nel 2018 sono state 770 mila, erano più del doppio nel 2004 ma continua a serpeggiare si stima che 40 milioni di persone nel mondo sono infettate con Hiv, soprattutto nei Paesi dell’Africa Sub-Sahariana, dove, secondo l’Oms, il 5% della popolazione è sieropositiva.

Ebola è un virus recente appena nel 2014 è esploso nell’Africa occidentale, provoca una febbre emorragica mortale nel 75% dei casi – finora conta poche migliaia di vittime agisce rapidamente e impedisce di deambulare quindi si auto isola.

Ovunque si è estinto rapidamente provocando poche vittime solo perché ha colpito piccoli villaggi in Africa!

In una metropoli sarebbe un disastro incontenibile l’OMS ritiene che sia oggi la più complessa e pericolosa minaccia biologica della storia dei virus perché non se ne conosce bene l’origine.

Le influenze quelle letali sono più di una:

la Spagnola, l’Asiatica e la Cinese.
Anche le comuni influenze stagionali provocano morti quest’anno su ci 5 milioni di casi in Italia, (9% della popolazione) si contano 300 decessi collegati.

La Spagnola nel 1918, provocò più di 50 milioni di morti – 375.000 in Italia è quella che ha cagionato il maggior numero di morti. 

L’Asiatica del 1958 provocò 2 milioni di morti grazie a un vaccino fu contenuta, scomparve dopo 11 anni.

La Cinese scoppiò nella colonia cinese della città di Hong Kong nel 1968 fece un milione di morti, 20mila in Italia, altamente contagiosa, associata a polmoniti durò un solo anno!

Il Rotavirus una gastroenterite infame che colpisce soprattutto i neonati e i bambini al di sotto dei 5 anni è responsabile di 200mila morti all’anno, circa 500 o 600 al giorno, rappresenta una delle più gravi emergenze sanitarie attuali.

La Dengue è una febbre endemica ed insidiosa si trasmette solo con le punture di zanzara e non da uomo a uomo e colpisce dai 50 ai 100 milioni di persone ogni anno.

Diffusa in Thailandia, in India e nel Sud Est asiatico è presente nelle regioni tropicali del mondo non esiste vaccino o trattamento efficace la mortalità è relativamente bassa al 2,5%.

La Sars Sindrome acuta respiratoria severa è una forma atipica di polmonite molto contagiosa appare in Cina nel 2003 dove miete 770 vittime come il Covid-19, è un CoronaVirus.

Tralasciando anche tutte le mie precedenti considerazioni solo la conoscenza di questi precedenti doveva far prendere in seria considerazione il nuovo rischio biologico cinese del Covid 19!

Non importa se è il virus è severo come l’Ebola o lieve come un normale raffreddore la Valutazione doveva essere univoca!

Nato, Comunità Europea e OMS da anni temono e si aspettano sia il ritorno di Pandemie eradicate che nuove epidemie e non potevano fallire così miseramente!

Certo non è Fantapolitica pensare che possano aver temporeggiato con dolo per perseguire altre finalità!

I morti e feriti col tempo pesano e spero davvero che gli italiani riflettano e comprendano le responsabilità imputabili al Governo e a tutti gli organismi preposti alla nostra sicurezza!

2 Pesi e 2 Misure

Nella annosa Vicenda Eternit, nel Disastro di Torino del 6 dicembre 2007, nella Strage di Viareggio del 29 giugno 2009, nel naufragio della Costa Concordia, nel recente Crollo del ponte Morandi, le responsabilità civili e penali sono state cercate e stanate!

I vertici di Eternit, Thyssen Krupp, Ferrovie, Costa Crociere, Autostrade, sono stati indagati e sottoposti alla gogna mediatica per la loro supposta o provata gestione negligente!

Cosa c’è qui di diverso ? 

Qui è stata errata la valutazione del rischio biologico omissione e ritardo nell’esecuzione delle prescritte idonee procedure di salvaguardia della salute pubblica!

La Cina un Paese scientificamente all’avanguardia ha adottato protocolli militari severi e conta meno vittime dell’Italia eppure come primo paese colpito ha avuto un tempo minore per reagire di quello concesso alle altre Nazioni!

La Cina ha poi una popolazione enorme ed è stata colpita durante l’unico periodo festivo nazionale – la Corea del Sud ha fatto ancora meglio mentre i Paesi Nato hanno commesso i medesimi errori!

I responsabili devono subire un processo per magari essere assolti.

Valutazione del Rischio Biologico

I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie hanno categorizzato numerosi agenti patogeni per ogni livello di biorischio.

Biorischio di livello 1 – batteri e virus tra cui bacillus subtilis, epatitecanina, Escherichia coli, varicella, alcune colture cellulari e batteri non infettivi. Le precauzioni da utilizzare per questo livello sono minime, riguardano più che altro guanti e protezioni facciali.

Biorischio di livello 2 – batteri e virus che provocano solo deboli malattie negli esseri umani, o sono difficili da contrarre tramite l’aerosol in un laboratorio, come l’epatite A, B e C, influenza virus A, malattia di Lyme, salmonella, parotite epidemica, morbillo, scrapie, dengue.

Si possono effettuare i lavori diagnostici e le ricerche in strutture o laboratori dotati di protezioni di livello 2 o anche di livello 3.

Biorischio di livello 3 – batteri e virus che provocano malattie gravi o mortali, ma per i quali esistono vaccini o altri trattamenti;

Si possono citare antrace, virus del Nilo occidentale, encefalite equina venezuelana, SARS, tubercolosi, tifo, febbre della Rift Valley, HIV, febbre maculosa delle Montagne Rocciose, febbre gialla e malaria.

Tra i parassiti ci sono plasmodium falciparum, che causa la malaria, e il trypanosoma cruzi, portatore della tripanosomiasi americana.

Biorischio di livello 4 – batteri e virus che provocano malattie gravi o mortali, per i quali non esistono vaccini o trattamenti efficaci, come la febbre emorragica argentina e boliviana, marburg, ebola, hantavirus, virus di Lassa, febbre emorragica Congo-Crimea, e altre malattie emorragiche.

Il vaiolo viene trattato nei laboratori P4 nonostante l’esistenza di un vaccino. Bisogna indossare tute protettive pressurizzate e dotate obbligatoriamente di bombole d’ossigeno.

Nei P4 l’entrata e l’uscita contengono docce multiple, una camera vuota, una camera a raggi UV, 

Sistema di Rilevamento Autonomo e altre misure protettive destinate all’eliminazione totale di ogni traccia di biorischio.

Vengono impiegate camere d’equilibrio protette elettronicamente per impedire l’apertura delle porte nello stesso momento. L’aria e l’acqua nei P4 vengono sottoposte a procedure di decontaminazione per ostacolare ogni possibile rilascio accidentale.

Il Covid-19 sembra provenire dai pipistrelli come l’Ebola non è classificato perché nuovo e vedremo in seguito come sarà classificato.

Resta che da ignorante penso potrà anche appartenere alla classe di Biorischio di livello 4 – ovvero

“batteri e virus che provocano malattie gravi o mortali, per i quali non esistono vaccini o trattamenti efficaci!”