Collaborazionismo

Collaborazionismo nei Paesi Occupati

Quanti tra noi sanno esattamente cosa vuol dire dover collaborare con un esercito invasore ed obbedire per paura non condividendo i suoi obbiettivi, penso nessuno!

Sono cose che solo vivendole si comprendono quello che invece è perfettamente comprensibile è la mera matematica dei numeri che inquadra riposizionando nel fenomeno le responsabilità di ciascuno.

Vi stupirete come italiani di aver per anni nutrito un senso di colpa sproporzionato rispetto a quanto di grave ed orrendo è pur accaduto agli ebrei deportati nel nostro Paese e per la gran parte uccisi.

In tutta Europa si verificò il fenomeno del collaborazionismo ovvero dei civili o militari non tedeschi aiutarono più o meno convintamente al rastrellamento degli ebrei.

Lo fecero per convinzione antisemita, per odio personale, oppure per appropiarsi dell’apparamento o del terreno d’un vicino di casa, del proprio datore di lavoro mossi da avidità smisurata.

I Tedeschi per il rastrellare ebrei dovevano avere l’indirizzo o nel caso qualcuno che gli lo fornisca molti ne denunciarono la presenza svelando i nascondigli indicando gli eventuali protettori anch’essi poi deportati.

Nella tabella si evince il lavoro dei nazisti cominciato quando assieme ai comunisti hanno invaso la Polonia e l’Europa dell’est!

In questa area e in quei 22mesi di alleanza che verranno rastrellate e deportate la maggior parte delle etnie massacrate nei campi di sterminio! Ben 15/17 milioni di persone perseguitate, depredate, deportate, torturate, affamate ed infine uccise!

Qui di seguito i dati puntuali ed attendibili solo dei 6 milioni di Ebrei e la loro distribuzione in Europa:

n. Nazione occupata Ebrei Uccisi % Paese % totale
1 Polonia 3.000.000 90,90 51,2000
2 U.Sovietica 1.100.000 36,40 18,7733
3 Ungheria 569.000 69,00 9,7109
4 Romania 287.000 47.10 4,8981
5 Lituania 143.000 85,10 2,4405
6 Germania 141.500 25,00 2,4149
7 Paesi Bassi 100.000 71,40 1,7066
8 Boemia Moravia 78.150 66,10 1,3337
9 Francia 77.320 22,10 1,3195
10 Lettonia 71.500 78,10 1,2202
11 Slovacchia 71.000 79,80 1,2117
12 Grecia 67.000 86,60 1,1434
13 Yugoslavia 63.300 81,20 1,0803
14 Austria 50.000 27,00 0,8533
15 Belgio 28.900  44.00 0,4932
16 Italia 7.680 17,30 0,1310
17 Estonia 2.000 44,40 0,0341
18 Lussemburgo 1.950 55,70 0,0332
19 Danimarca 60 0.70 0,0010
20 Finlandia 7 0,30 0,0001
21 Bulgaria 0  0.00 0,0000
    5.859.367 100,0000
25/4/83     Cara Monica,    
la domanda che mi poni, sulla crudeltà dei tedeschi, ha dato molto filo da torcere agli storici.
A mio parere, sarebbe assurdo accusare tutti i tedeschi di allora;
ed è ancora più assurdo coinvolgere nell’accusa i tedeschi di oggi.

È però certo che una grande maggioranza del popolo tedesco ha accettato Hitler, ha votato per lui, lo ha approvato ed applaudito, finché ha avuto successi politici e militari; eppure, molti tedeschi, direttamente o indirettamente, avevano pur dovuto sapere cosa avveniva, non solo nei Lager, ma in tutti i territori occupati, e specialmente in Europa Orientale.

Perciò, piuttosto che di crudeltà, accuserei i tedeschi di allora di egoismo, di indifferenza, e soprattutto di ignoranza volontaria, perché chi voleva veramente conoscere la verità poteva conoscerla, e farla conoscere, anche senza correre eccessivi rischi.

La cosa più brutta vista in Lager credo sia proprio la selezione che ho descritta nel libro che conosci.  

Ti ringrazio per avermi scritto e per l’invito a venire nella tua scuola, ma in questo periodo sono molto occupato, e mi sarebbe impossibile accettare.

Ti saluto con affetto
Primo Levi

“chi voleva veramente conoscere la verità poteva conoscerla” (Vale anche per i comunisti di ieri di oggi di domani)

Personalità celebrate della cultura italiana, professori universitari, scrittori, giornalisti, storici, cantautori, attori di satira, registi tutti perfettamente consapevoli trovano ancor oggi comodo sottacere che Hitler e Stalin  adottarono gli stessi identici metodi.

Alleati e uniti da un comune proposito:

assoggettare il mondo al Socialismo!

Grandi Personalità che hanno dedicato la Vita all’apologia del Comunismo,  negandone le responsabilità sono Negazionisti del tutto uguali ai Neo nazisti e meritano l’oblio.

La massima universale disistima per il plagio diffuso e continuato degli italiani fino ad oggi e per aver mistificato stravolto la Storia!

Riconosco invece ad altri comunisti, spessore culturale, onestà intellettuale, obiettività e critica costruttiva fra tutti, a Pier Paolo Pasolini.

Altri personaggi minori, impreparati, ridicoli sembrano ancora tifare per un Comunismo scaduto ed avariato, un esempio attuale è Vauro Senesi che pretende da fanatico comunista d’impartire alla destra italiana di oggi lezioni di antisemitismo!

Ignora il poveretto senza memoria storica che la Polonia fu invasa, spartita, a causa di un accordo e ad opera di Nazisti e Comunisti, nel 1939.

Ignora che proprio lì furono deportati e uccisi 3Milioni di Ebrei, il 51,2%, dell’intero olocausto i metodi usati furono i medesimi.

Ignora che entrambi distrussero Chiese e uccisero religiosi, appena invasa la Polonia e che i Compagni deportarono nei campi di lavoro Russi 1.500.000 Polacchi dove lavorarono e morirono da schiavi!

Ignora l’ignavo che la parola “pogrom” è russa e indica quelle azioni popolari con cui lì si massacravano gli ebrei tollerate se non comandate dallo Zar e dopo dalle istituzioni Comuniste.

Ignora che la Notte dei Cristalli venne indicata in diversi modi in Germania Reich-skristall-nacht o Kristall-nacht o alla russa Reichs-pogrom-nacht o November-pogrom l’emulazione delle stragi sovietiche è chiaro.

Ignora che Marx Lenin Stalin hanno teorizzato l’antisemitismo prima di Hitler e sempre perseguitato gli Ebrei.

Ignora che Palmiro Togliatti era il giurista del Comintern e segretario di Stalin quando si scrissero le leggi razziali tedesche del 39.

Ignora che ancor prima dell’alleanza durata 22mesi con i Tedeschi ed interrotta poi da Hitler con l’invasione della Russia e non dai Comunisti, l’Antisemitismo era già teorizzato da Marx Lenin Stalin che negavano che gli Ebrei fossero una nazione mancando di territorio, classe contadina e operaia.

Ignora che i Comunisti vietarono agli Ebrei l’uso della loro lingua, di professare la loro religione, di esercitare le loro attività commerciali ed artigianali che loro per primi chiusero attività, requisirono beni, deportarono in massa milioni di ebrei e oppositori politici. per questo (1.120.000 piccoli negozi furono chiusi portandoli alla fame)

Ignora che i nazisti tutte queste tecniche antisemite le impararono proprio dai comunisti – loro aggiunsero il rito esoterico del fuoco del corpo intero nei forni crematori. (mediato da riti arcaici e dell’inquisizione cattolica)

Nella tabella vi è il dato dei deportati Ebrei per nazione e le responsabilità sono pesate per ciascuna nazione.

Il collaborazionismo fu dei fascisti della Repubblica di Salò la deportazione riguardò 8600 Ebrei con 7680 vittime – lo 0,1310% del totale della Shoah!

Il Compagno Vauro pesi quanto di quel disastro è imputabile a Stalin e Togliatti e quindi ai comunisti della terza internazionale e del PCI.

Il popolo italiano deve avere inoltre avere memoria dei deportati politici italiani oppositori dell’occupazione tedesca tradotti dall’Italia dall’8 settembre 43 fino al 25 aprile 1945,  23.826 persone contrassegnate con un triangolo rosso 10.129 – il 45% morirono.

Questi meritano menzione come gli Ebrei perchè tutti cittadini italiani o comunque deportati in territorio italiano.

Lascia un commento