P.U.O.I.

PARTITO UNITARIO OPERATORI ITALIANI

MANIFESTO

Scuotere l’Italia dal peggiore dei pericoli,

l’abitudine cioè di non pensare!”

(Silvio Pellico)

PARTITO UNITARIO IN QUANTO FONDATO PER IL SUPERAMENTO DI OGNI CONTRAPPOSIZIONE IDEOLOGICA
POSTA UNICAMENTE PER RENDERE DEBOLE LA DEMOCRAZIA.

SI A OPINIONI DIFFERENTI MA SU SINGOLI TEMI!


LE UNIFORMI ATTENGONO ALL’ESERCITO CHE FORMA UN INTELLIGENZA CERTO FUNZIONALE SE COLLETTIVA.


L’UOMO IN QUALITÀ DI ANIMALE POLITICO, SOCIALE RIPUDIA IL PENSIERO UNICO

– ESALTA L’INDIVIDUO –
L’ARTE, L’INIZIATIVA, IL PENSIERO PERSONALE,

MOTORE DI OGNI PROGRESSO COLLETTIVO E SCIENTIFICO.

Sono OPERATORI quanti s’impegnano negli ambienti di vita, di lavoro dipendente od autonomo, nel volontariato con una mentalità aperta, dialettica, logica, libera da pregiudizi in maniera pro-attiva.

MANIFESTO

1

IL P.U.O.I. NASCE PER DIFENDERE UN IDEALE RISORGIMENTALE:
PRESERVARE LA LIBERTÀ E L’INDIPENDENZA DELL’ITALIA DA OGNI FORMA DI
COLONIALISMO STRANIERO UNA MINACCIA OGGI COME NEL 1860 SOSTENUTA DA
POTENZE ECONOMICHE GLOBALI E DALL’UNIONE EUROPEA.

2

IL P.U.O.I. AVVERSA COLONIALISMO, COMUNISMO E NAZIONAL SOCIALISMO!
TRE IDEOFOLLIE IN EGUAL MISURA ANTIDEMOCRATICHE. FILOSOFICHE IATTURE
CHE DAL ‘900 DIVIDONO FAZIOSAMENTE GLI ITALIANI.

3

IL P.U.O.I. CREDE CHE UN PARTITO POLITICO DEVE SERVIRE I CITTADINI

E NON LOBBY ECONOMICO-FINANZIARIE, MAFIE TANTO MENO INTERESSI STRANIERI.

A TAL FINE, DISPORRÀ AFFINCHÉ OGNI FINANZIAMENTO PUBBLICO DIRETTO O
INDIRETTO ALLA POLITICA SIA REVOCATO, LE SINGOLE DONAZIONI DI LOBBY O
PRIVATE SARANNO LIMITATE AD UN MASSIMO DI MILLE EURO ALL’ANNO.

4

IL P.U.O.I. CREDE CHE IL SINDACATO DEVE SERVIRE I LAVORATORI

E NON I PARTITI POLITICI DI RIFERIMENTO

A TAL FINE DISPORRÀ AFFINCHÉ OGNI FINANZIAMENTO
PUBBLICO DIRETTO O INDIRETTO SIA REVOCATO.
(COMPRESI I CONTRIBUTI IN FAVORE DEI COLLEGATI PATRONATI SINDACALI)

5

IL P.U.O.I. AUSPICA CHE I MEDIA, LE CASE EDITRICI DEBBANO RENDERE UN REALE
SERVIZIO D’INFORMAZIONE E CULTURA,

A TAL FINE DISPORRÀ AFFINCHÉ OGNI
FINANZIAMENTO PUBBLICO DIRETTO O INDIRETTO SIA REVOCATO, AL FINE DI
SCONGIURARE L’ATTUALE INTRUSIONE DELLA POLITICA IN QUESTI 2 SETTORI.

6

IL P.U.O.I. RILEVA CHE I SOCIAL E I MEDIA INTERFERISCONO PESANTEMENTE SUL
VOTO E LA DIALETTICA DEMOCRATICA CON FINALITÀ EVERSIVE

QUINDI INTENDE SANZIONARE OGNI CENSURA DELLA LIBERTÀ DI PAROLA.

7

IL P.U.O.I. AUSPICA CHE LE AZIENDE DI STATO E LE MUNICIPALIZZATE

SIANO TUTTE E SENZA ULTERIORI INDUGI, RAPIDAMENTE, PRIVATIZZATE,

AL FINE DI STORNARE I RELATIVI RICAVI IN RIDUZIONE DEL DEBITO PUBBLICO.

8

IL P.U.O.I. RITIENE CHE OLTRE 2 MILIONI D’IMMOBILI E TERRENI DELLO STATO

DEBBANO ESSERE VENDUTI, VALORIZZATI O LOCATI NEL BREVE PERIODO,

AL FINE DI STORNARE I RELATIVI RICAVI IN RIDUZIONE DEL DEBITO PUBBLICO.

9

IL P.U.O.I. CONSIDERA GLI ENTI RELIGIOSI E GLI ENTI DEL TERZO SETTORE (ETS)

“CONTRIBUENTI”

DI CONSEGUENZA COME TUTTI DEVONO PAGARE

I RELATIVI CONTRIBUTI INAIL, INPS, LE TASSE NAZIONALI E COMUNALI.

10

IL P.U.O.I. RITIENE CHE ADOPERARSI A TITOLO DI VOLONTARIATO IN ENTI RELIGIOSI E NEGLI ETS PRECLUDA L’ACCESSO A FORME DI SOSTEGNO AL REDDITO STATALE E ALLA PENSIONE SOCIALE.

LA RESIDENZA INFATTI COMPORTA ONERI SOCIALI

AFFRONTABILI SOLO SE UNIVERSALMENTE SOSTENUTI

DALLA POPOLAZIONE ATTIVA

OVVERO CHI È IDONEO ED ABILE DEVE STUDIARE ED IN SEGUITO LAVORARE.

11

IL P.U.O.I. PROPONE UN INDENNITÀ DI DISOCCUPAZIONE

LEGATA A PRESTAZIONI LAVORATIVE

IN FAVORE DELLA COMUNITÀ DI RESIDENZA O DI DOMICILIO.

OGNI ENTE LOCALE È RESPONSABILE DEL DISSESTO DEL PROPRIO TERRITORIO,

D’IMMOBILI, DI BENI CULTURALI IN STATO DI PRECARIETÀ

CHE NECESSITANO DI ADDETTI

QUINDI NON È RAGIONEVOLE EROGARE UN SOSTEGNO AL REDDITO SENZA ALCUNA CONTROPARTITA.

SOLIDARIETÀ & LAVORO SONO INSCINDIBILI.

12

IL P.U.O.I. RITIENE DOLOSA LA LETTURA EMERGENZIALE DELL’IMMIGRAZIONE.

IL FENOMENO È INFATTI DEL TUTTO SLEGATO DAL TEMA UMANITARIO DELLA MALNUTRIZIONE, CAUSATA INVERO DA 500ANNI DI PERDURANTE COLONIALISMO

FAVORITO DA EUROPA, CINA, PAESI ARABI, RUSSIA, USA E DAI GOVERNI LOCALI.

13

IL P.U.O.I. VALUTA L’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA UN REATO

CHE COINCIDE CON UNA TRATTA DI SCHIAVI CHE PERDURA DA 2.000 ANNI.

TRAFFICO CHE ALIMENTA:

CLAN CRIMINALI, ONG, CENTRI PER IMMIGRATI, CAPORALATO, LAVORO NERO, TRAFFICO DI ORGANI, ADOZIONI IRREGOLARI, PEDOFILIA, PIAZZE DI SPACCIO, SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE.

TRATTA CHE IN OGNI SECOLO HA TROVATO COPERTURE POLITICHE, COMODI ALIBI, APOLOGHI LEGALIZZATORI SCONFESSATI DA UNA REALTÀ EVIDENTE:

L’ATTUALE DESTINO DEI MIGRANTI IN ITALIA È LO SFRUTTAMENTO A VITA!”

14

IL P.U.O.I. RIVENDICA UN LIMITE COSTITUZIONALE ALLA PRESSIONE FISCALE.

LE IMPOSTE DEVONO ESSERE LIMITATE NEL NUMERO E NELL’ENTITÀ!

LA COSTITUZIONE ESPRIMA IN CHIARO POCHI TRIBUTI CERTI ED IMMUTABILI,

MECCANISMI SEMPLICI CHE NON IMPLICHINO IL RICORSO A PROFESSIONISTI.

TRIBUTI PAGABILI CON ELASTICITÀ CON L’ADDIZIONE DEI SOLI INTERESSI LEGALI

PRIVI DI SANZIONI – NOTIFICATI VIA PEC – SENZA ESATTORI E SPESE.

15

IL P.U.O.I. ESIGE UN LIMITE COSTITUZIONALE DELLA SPESA PUBBLICA

IN RAPPORTO AL PIL,

IL NUMERO DEI DIPENDENTI PUBBLICI DOVRÀ ESSERE PROPORZIONATO

AI LAVORATORI ATTIVI NEI SETTORI PRODUTTIVI.

16

IL P.U.O.I. CREDE IN UN EUROPA TRA PARI NON BUROCRATICA CHE NON IMPLICHI AGGRAVIO DI ONERI, OPPURE IN UNA RAPIDA USCITA DALL’EURO E DALLA U.E.:

  • A) ELIMINAZIONE DELLA CONDUZIONE FRANCO/TEDESCA;
  • B) COSTI STANDARD EUROPEI PER OGNI FORNITURA D’IMPRESA;
  • C) TASSE E CONTRIBUTI STANDARD EUROPEI PER LE IMPRESE;
  • D) AVIAZIONE E MARINA COMUNITARIA IN UN OTTICA DI RIDUZIONE DI SPESA;
  • F) ESERCITO IN DIFESA DEL SOLO TERRITORIO NAZIONALE NO AD AZIONI DI PACE;
  • G) TUTELA EUROPEA DEL MADE IN ITALY IN EUROPA E NEL MONDO;
  • H) NUMERO CHIUSO, NON PROLIFICAZIONE D’INCARICHI POLITICI, DI ORGANISMI DI CONTROLLO, DI COSTI E DI ADEMPIMENTI PER I CITTADINI EUROPEI.

17

IL P.U.O.I. COMBATTE IL GLOBALISMO ED OGNI ALTRA FORMA DI CONCORRENZA SLEALE.

(CINA, INDIA, MICROSOFT, AMAZON, GOOGLE, BOOKING, FACEBOOK …)

18

IL P.U.O.I. ESIGE UNA NORMATIVA UNICA EUROPEA IN SOSTITUZIONE DELLE LEGGI NAZIONALI

AD INIZIARE DAL DIRITTO CIVILE COMMERCIALE.

19

IL P.U.O.I. ESIGE LA CESSAZIONE DELL’ATTUALE STATO DI EMERGENZA

IN QUANTO PRETESTUOSO STRUMENTO PER EMANARE LEGGI SPECIALI O INCOSTITUZIONALI.

20

IL P.U.O.I. ESIGE COSTI STANDARD EUROPEI PER LA SPESA PUBBLICA SANITARIA E LA PIENA RESPONSABILITÀ CIVILE E PENALE DELLE CASE FARMACEUTICHE.

21

IL P.U.O.I. CREDE NELLA PREVENZIONE PRIMARIA

IN UN DIVERSO APPROCCIO AL TEMA DELLA SALUTE,

DOVE GLI STILI DI VITA, SIANO LE TERAPIE D’ELEZIONE.

EQUILIBRIO, QUALITÀ DEL CIBO, DECONTAMINAZIONE FISICA E AMBIENTALE.

LA BIOLOGIA DELLA TERRA HA INFATTI OLTRE 500MILIONI DI ANNI DI ESPERIENZA EVOLUTIVA

CHE LA MEDICINA MERCANTILE DEGLI ULTIMI 100 ANNI

HA LESO PER LUCRO TENTANDO D’INDURRE UNA FARMACO DIPENDENZA UNIVERSALE.

22

IL P.U.O.I. DEVE CONSTATARE CHE GLI ORGANISMI INTERNAZIONALI

PREPOSTI ALLA TUTELA DELLA SALUTE HANNO FALLITO:

NUCLEARE, INQUINAMENTO, PESTICIDI, OGM, ANTIBIOTICI, ORMONI, FARMACI, VACCINI, SONO TUTTE PIAGHE DEL NOSTRO TEMPO, SEMPRE SPONSORIZZATE DA SCIENZIATI E POLITICI CORROTTI.

23

IL P.U.O.I. PROPONE UNA TASSA BASSA E FISSA SUL FATTURATO (RICAVI / ENTRATE)

BASATA SUI CORRISPETTIVI TRASMESSI ON LINE DA VERSARE OGNI FINE MESE.

TASSE POCHE, CERTE E SUBITO CHE GARANTISCANO IL FABBISOGNO

SENZA SFIANCANTI ONERI DI CONTABILITÀ, BUROCRAZIA ED IMMANI PERDITE DI TEMPO.

24

IL P.U.O.I. PRETENDE IL RENDICONTO CONTABILE ON LINE DELLA SPESA PUBBLICA

A LIVELLO COMUNITARIO, NAZIONALE, REGIONALE E COMUNALE.

25

IL P.U.O.I. CONSTATA L’ASSENZA DI UNA CREDIBILE, COSTANTE, COERENTE LOTTA ALLE MAFIE

E ALLA CORRUZIONE POLITICA. UN CONFLITTO SOLO SIMULATO!

MAFIA & POLITICA SONO SOLIDALI DAL1945 E NESSUNA GUERRA DURA 75ANNI!

26

IL P.U.O.I. DENUNCIA CHE IL SODALIZIO TRA MAFIA E POLITICA

HA IN OGNI TEMPO IMPEDITO IL PROGRESSO ECONOMICO E LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA.

UN SISTEMA “PENELOPE” MAI PRONTO

CHE DEVE MOLTO AI SUOI MARTIRI, LASCIATI SEMPRE SOLI,

FINO AL SARCASMO DI CORALI FUNERALI DI STATO.

UNA MAGISTRATURA CHE SA ESPRIMERE MOLTA FILOSOFIA MA POCA FUNZIONE.

IL GIUDICE RAPPRESENTA UN UNICUM D’IMPUNITÀ,

LUI SOLO PUÒ ESPLETARE I SUOI DOVERI SENZA ALCUN LIMITE DI TEMPO.

LA NUOVA NOBILTÀ TOGATA SNOBBA CON ARIA D’ASTRATTA SUFFICIENZA E SUPERIORITÀ MORALE, GLI SCANDALI AL CONSIGLIO DI STATO, AL CSM, IL LIBELLO DI PALAMARA, LA MAFIA DELL’ANTIMAFIA, LE TRAME EVERSIVE PILOTATE DI CONCERTO CON 2 PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA.

IL P.U.O.I. INDICA NELL’ASSUNZIONE DI NUOVI MILLE MAGISTRATI

IL METODO PER SPEZZARE L’OLIGARCHIA EVERSIVA DI ALCUNI MAGISTRATI

CONFIDANDO CHE AUTONOMIA, AUTOCONTROLLO E DEMOCRAZIA, SIANO SEMPRE REALIZZABILI.

IL P.U.O.I. PROPONE L’ELEZIONE A SORTEGGIO DEI MEMBRI DEL CSM

E LA REALE RESPONSABILITÀ DIRETTA PERSONALE DEI MAGISTRATI

PER FRONTEGGIARE LA CORRUZIONE, GLI ERRORI E I RITARDI DELLA GIUSTIZIA.

27

IL P.U.O.I. PROPONE UN SUFFRAGIO UNIVERSALE UNITARIO OGNI 5 ANNI

PER L’ELEZIONE DIRETTA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA,

DEI MEMBRI NEL PARLAMENTO EUROPEO, NAZIONALE

E NEI CONSIGLI REGIONALI E COMUNALI.

28

IL P.U.O.I. INTENDE RILANCIARE L’ECONOMIA LIBERALE

CON FINANZIAMENTI DIRETTI DELLO STATO

RIPARAMETRATI AI CORRISPETTIVI TRASMESSI ONLINE.

29

IL P.U.O.I. VUOLE SUPERARE LA RETORICA DEL BILANCIO DELLO STATO

CASSANDO ALCUNE VOCI DI BILANCIO DIVENUTE RENDITE FISSE DELLE LOBBY.

30

IL P.U.O.I. VISTE LE 868 OPERE PUBBLICHE NON COMPLETATE,

RITIENE NECESSARIO INIBIRE I RELATIVI CENTRI DI SPESA

FINO ALLA LORO COMPLETA DEFINIZIONE.

31

IL P.U.O.I. NON ESPRIME ALCUN ALLINEAMENTO IDEOLOGICO

MA UN PRECISO IMPEGNO VERSO LA REALIZZAZIONE DEL PRESENTE PROGRAMMA OPERATIVO.

32

IL P.U.O.I. SI DOTERÀ DI UNA DIREZIONE COMPETENTE, ESPERTA, GIOVANE,

IL 50% DELLE CARICHE DOVRÀ ESSERE RICOPERTO DA ATTIVISTE.

33

IL P.U.O.I. NON PROMUOVE L’ADULAZIONE DI CAPITANI, SANTONI O LEADER CARISMATICI

E RITIENE DEMENZIALE IL CULTO DELLA PERSONALITÀ.

34

IL P.U.O.I. ESPRIMERÀ COMUNQUE UNA GUIDA UNITARIA

IN CARICA PER 5 ANNI

AL FINE DI REALIZZARE LA LINEA POLITICA VOTATA DALLA MAGGIORANZA.

35

IL P.U.O.I. SCEGLIE 12 MESI PRIMA DELLE ELEZIONI

LA LINEA POLITICA E IL NUOVO SEGRETARIO

QUESTI NOMINA I MEMBRI DELLA FUTURA SEGRETERIA.

36

IL P.U.O.I. CONVOCA UN CONGRESSO STRAORDINARIO

SE IL 25% DEL SUO ELETTORATO O DEI SUOI ISCRITTI NE FA RICHIESTA VIA PEC.

37

IL P.U.O.I. RITIENE INCONCILIABILE LA POLITICA DEL PARTITO DEMOCRATICO

RITENENDO IL PD UNA ABNORME LOBBY ECONOMICA.

38

IL P.U.O.I. RITIENE INCONCILIABILE LA POLITICA DEL M5S

E LA PIATTAFORMA ROUSSEAU EVERSIVA.

(VIOLA L’ART.1 DELLA COSTITUZIONE)

39

IL P.U.O.I. RITIENE FINITO IL CREDITO DELLA LEGA

PER AVER ESPRESSO UNA INCOERENTE, NON COSTRUTTIVA, OPPOSIZIONE DI FACCIATA.

40

IL P.U.O.I. RITIENE FINITO IL CREDITO DI FORZA ITALIA

TROPPO LEGATA AL PERSONALISMO VOLUBILE ED INCOERENTE DI BERLUSCONI E AI SUOI INTERESSI.

41

IL P.U.O.I. RITIENE PLAUSIBILI PER IL FUTURO LE ALLEANZE

CON FRATELLI D’ITALIA, ITALIA EXIT DI PARAGONE

E CON TUTTE LE ASSOCIAZIONI DI PMI E PIVA.

42

IL P.U.O.I. RITIENE PARTE INTEGRANTE DEL PRESENTE STATUTO

LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL’UOMO.

43

IL P.U.O.I. RITIENE PARTE INTEGRANTE ED ORGANICA DEL PRESENTE STATUTO

LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA.

44

IL P.U.O.I. RITERRÀ PARTE INTEGRANTE ED ORGANICA DEL PRESENTE STATUTO

I PRINCIPI DELL’UNIONE EUROPEA

SE QUESTA SARÀ CONFORME AL PUNTO 16.

45

IL P.U.O.I. RITIENE LA LIBERTÀ

DI STAMPA, ESPRESSIONE, PENSIERO, D’IMPRESA, DI MOVIMENTO, DI ASSOCIAZIONE,

DIRITTI IRRINUNCIABILI OGGI GRAVEMENTE LESI.

46

IL P.U.O.I. RITIENE IL TRATTAMENTO SANITARIO OBBLIGATORIO E IL GREENPASS

BARBARIE IMPOSTE A TUTELA DEGLI INTERESSI DELLE CASE FARMACEUTICHE.

47

IL P.U.O.I. RITIENE CHE IL PIL DELLE CASE FARMACEUTICHE

SIA CRESCIUTO A DISMISURA

E PORRÀ UN SEVERO CALMIERE A PREZZO ED USO DI TUTTI I FARMACI.

48

IL P.U.O.I. RITIENE NON ETICO E IRREGOLARE L’ARRICCHIMENTO

DI SOCIETÀ MULTINAZIONALI COME

AMAZON, MICROSOFT, APPLE, FACEBOOK, BOOKING…

49

IL P.U.O.I. RITIENE LA MONETA ELETTRONICA ED IL MES

STRUMENTI EVOLUTI PER IL RICICLAGGIO DEL DENARO

DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA & POLITICA.

50

IL P.U.O.I. RITIENE CHE IL PROGETTO GLOBALISTA

DEL GRANDE RESET O IV RIVOLUZIONE INDUSTRIALE

RAPPRESENTI UN CONCRETO DISEGNO EVERSIVO,

UN PERICOLO PER LA LIBERTÀ DEI POPOLI

DA COMBATTERE RICORRENDO A SISTEMI ESTREMI

MA FONDANTI DELLA NOSTRA REPUBBLICA ITALIANO

DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA.

MANIFESTO

IN FORMATO PDF

Leave a Reply

© 2021 P.U.O.I.

Theme by Anders Norén