Stefano Puzzer

Incredibile il carisma naturale di Stefano Puzzer,

Gruista e sindacalista, Cristiano,nella massima semplicità ha reso Trieste come la Danzica di 40 anni fa!

Allora Solidarność fece un piccolo e semplice foro nella Diga del Comunismo e da lì a poco anche grazie a Papa Wojtyła la Polonia fu liberata e il Comunismo che aveva invaso l’Europa dell’Est nel 39 coi Nazisti dovette sloggiare!

Ora penserete che è prematuro pensare che un uomo semplice pacifista col rosario tra i calli delle mani possa sconfiggere un Piano Eversivo internazionale complesso come il Grande Reset – in realtà il nodo da sciogliere è quello indicato da Stefano!Semplici punti sui quali non si transige uno dei quali è la Solidarietà!

Non la Triplice, non Salvini ne la Meloni possono guidare idealmente il cambiamento ma Persone semplici e credenti che non perdano il lume della Costituzione per squallido calcolo politico!

Inutile dire che questo uomo ricorda il Prof. Giuseppe De Donno!

Vediamo di proteggere Lui e i suoi compagni che il “Sistema” ha già preso di mira!

Proteggerlo da un sistema che prima attacca violentemente con idranti e manganelli donne, vecchi e bambini esattamente come faceva il regime polacco, poi vieta le manifestazioni in tutta Trieste e di seguito ferma il nostro Stefano a Roma camminandogli un provvedimento DASPO per un anno precludendogli l’accesso alla Capitale!

Un trattamento riservato a delinquenti pericolosi, violenti, facinorosi che possono mettere in pericolo la cittadinanza ed il popolo.

Quando Lui con Gandhiana rassegnazione era seduto a piazza del Popolo in attesa che qualche politicante mantenesse il preciso impegno di rispondere a suo e nostre legittime istanze!

Era seduto su una sedia a Piazza del Popolo ad aspettare una risposta.